test

SCORPUS: Dunkle Schokolade, Zimt und Gewürznelke im Duft. Im Mund mollig und weich, sehr feines, seidiges Tannin in guter Dosis, reife Säure, ein Sangiovese im Sonntagsanzug, mit Fülle und Kraft eher denn mit urwüchsiger Wildheit.

AURONERA

AURONERA: Röstiges Neuholz, Noten von Trockenfleisch, Thymian und Salbei. Bitterschokolade. im Mund druckvoll mit feinem, aber durchaus auch strukturiertem Tannin, dicht, »warm« und mollig, aber auch mit viel Saftigkeit und einer mineralsichen Tönung, die Frische verleiht. Noch jugendlich-kompakt, mit sehr guten Proportionen und bestem reifepotenzial.

Follow us
Image thumbnail

LA TENUTA

TERRA NERA TUSCANY

più di quanto non si veda a occhio nudo

Nel cuore della Maremma, in un luogo nascosto nella Toscana meridionale, si trova la nostra tenuta con vista mare. Circondata da una zona boschiva e collinare mozzafiato, qui la natura si manifesta con una dichiarazione d’amore chiamata Terra Nera.

Già più di 3000 anni fa gli antichi etruschi sapevano che grazie alle sue caratteristiche una zona come Terra Nera si presta benissimo alla produzione di vini di altissima qualità.

È il particolare suolo di scisto scuro che rende così prezioso questo pezzo di terra, perché questa conformazione la si trova solo in Maremma.  Grazie a una fauna e flora locale rara in combinazione con il vicino Mar Tirreno, in Terra Nera si crea un microclima unico al mondo.

Questa storia di successo inizia con TERRA NERA – AURONERA e TERRA NERA – SCORPUS che a ogni sorso bagnano il palato con tesori locali.

Il VINO TERRA NERA...

l’incarnazione più elegante dei spiriti della natura toscani

Già a prima vista le uve di Terra Nerra sono un riflesso della loro terra di origine. Sono più piccole e più scure delle altre. Hanno un sapore affumicato e sono altamente digeribili e grazie all’elevato.

I vini rossi di Terra Nera si caratterizzano per una struttura profonda, complessa e dal finale lungo che in bocca si rivela delicata e fine, mentre al naso e in bocca parte un’esplosione di aromi che vi rimarrà impressa.

La riscoperta e la coltivazione di questa zona unica chiamata Terra Nera ci ha permesso di dare nuova vita a vini in stile super-Tuscan.

TERRA NERA

Un segreto custodito in profondità

Uve di altissimo pregio crescono solo su viti le cui radici possono nutrirsi di una fauna del suolo viva e di altissima qualità. Un sottosuolo vitale fornisce un surplus di sostanze minerali che successivamente si manifestano negli aromi del vino.

 

Questo lo sapevano anche gli antichi etruschi che ebbero un’influenza decisiva sulla cultura romana e già molti secoli fa popolavano la zona circostante Terra Nera. Le loro nozioni di viticoltura sono leggendarie. Anche negli scritti medievali Terra Nera viene definita un’isola delle rarità per le sue numerose particolarità.

 

La preparazione e l’impianto di Terra Nera sono stati eseguiti sotto la responsabilità dell’agronomo dott. Adriano Bottazzo in collaborazione con il Cavaliere Ezio Rivella, di fama internazionale.

Terra Nera viene chiamata tale per via del scisto di color nero/grigio, su cui sono state piantate le vigne. Grazie a questa tipologia di coltivazione si ottiene una qualità dell’uva di particolare finezza. Le radici penetrano il terreno in profondità e si procurano sali anorganici, ferro e potassio dal profondo del terreno della Maremma. Grazie alle straordinarie capacità del scisto di immagazzinare l’acqua, ulteriori sostanze minerali si sciolgono dalla roccia, regalando alla pianta un cocktail nutritivo unico. Un’ulteriore irrigazione delle viti è costituita dalla rugiada mattutina che si forma grazie all’aria fresca del bosco misto e al terreno paludoso. Soprattutto nei mesi caldi, una piacevole brezzache accarezza Terra Nera rinfresca l’aria.

 

Quattro corsi d’acqua naturali, l’ubicazione geografica nel cuore della Maremma, la prossimità del Mar Mediterraneo, la conformazione del terreno e le numerosi specie di animali e di piante nel mezzo di una natura incontaminata creano un microclima che permette una coltivazione ecocompatibile con poco humus e che è unica al mondo in questa simbiosi.

TERRA NERA – die schwarze Erde

La nascita di una pittoresco paesaggio coltivato a vigneti in un reportage del canale tedesco ZDF.